Il Giorno della Memoria 2017 celebrato al cinema con “Il viaggio di Fanny”

“Dopo gli ebrei cercheranno altri bersagli”. Il grido d’allarme, attualissimo anche ai giorni nostri, è di Fanny Ben-Ami, francese, 86 anni, scampata dai nazisti nel 1943, grazie ad una incredibile impresa di un gruppo di ragazzini al confine tra Francia e Svizzera. Lola Doillon ne ha tratto un film, interpretato esclusivamente da bambini. A guidarli nella fuga Fanny, una ragazzina di 13 anni che è l’interprete de “Il viaggio di Fanny”. Il film, raccontato attraverso gli occhi dei bambini, consentirà ai giovani spettatori – loro coetanei – di comprendere più a fondo il dramma della guerra e della persecuzione razziale. Nelle sale The Space Cinema il 26 e il 27 gennaio per il giorno della memoria.
“Il viaggio di Fanny” è distribuito da Lucky Red. La trama: la piccola Fanny, ebrea, viene portata in una colonia di montagna per evitare l’avanzata dei tedeschi. Ma deve subito fuggire, seguita da sorelline e compagne di scuola. Al pubblico viene offerta la shoah vista con gli occhi dei più piccini.
Fanny ha voluto lanciare un messaggio contro l’antisemitismo e l’odio che oggi respiriamo ancora, proprio in Francia e in Europa. “Desidero che il mio messaggio – spiega l’anziana signora – venga compreso perché drammi di questo genere non si ripetano. Viviamo in una epoca molto fragile, da ogni parte si levano voci che ricordano quelle che si sentivano allora.
Insieme a questo film in uscita ricordiamo di seguito altri grandi pellicole che trattano il tema della “Shoah”.

Leave a Reply

Questo sito si serve dei cookie per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close